SEGUICI SU

    Ritenzione Idrica

    Secondo le statistiche

    Secondo le statistiche 1 donna su 3 soffre di ritenzione idrica.

    Secondo le statistiche almeno una volta nella sua vita (o a settimana) avrà cercato su Google “metodi per eliminare la ritenzione idrica“.

    Sempre secondo le statistiche a partire da Febbraio/Marzo 1 donna su 3 inizia a cercare qualsiasi rimedio possibile per contrastare questo “fastidioso inestetismo”: corre dal nutrizionista, si iscrive in palestra, acquista prodotti fanghi, bendaggi, trattamenti dall’estetista etc. Tutto questo per arrivare a Giugno in forma smagliante pronta per mostrare al mondo i risultati di questa grande fatica.

    Sebbene quando giunge gloriosa in spiaggia, sfilando il copricostume con nonchalance, con il Sole alto nel cielo, quei fastidiosi buchetti, apparentemente sconfitti, ricompaiono più forti che mai, pronti a distruggere mesi e mesi di duro lavoro..

    Secondo me

    Secondo me dovremmo smetterla con queste assurdità. Sono membro attivo del club “Ritenzione Idrica” e per anni ho trascorso ogni sera della mia vita a cercare tutti i punti critici delle mie gambe, ossessionandomi all’idea che altre persone potessero vedere quei buchetti superficiali.

    Sarebbe ipocrita dire che non adesso non mi importa più del modo in cui appaio, che non mi importa della mia forma fisica e che non penso più alla ritenzione idrica come un difetto.

    Cos’è la ritenzione idrica

    Ma c’è da dire che la ritenzione idrica è la conseguenza di un magnifico lavoro che compie il nostro organismo per garantire un equilibrio idrosalino, quando c’è un alto consumo di cloruro di sodio. Infatti, le cellule sembrano essere più intelligenti di noi donne, a loro interessa esclusivamente il nostro benessere. Per la salute dell’ organismo è necessario che il rapporto tra sale ed acqua sia sempre bilanciato: per questo quando assumiamo alimenti salati, le cellule devono difendersi assorbendo ogni fonte di acqua disponibile, fino al raggiungimento di tale equilibrio. Quando questo meccanismo si protrae nel tempo, le cellule iniziano a gonfiarsi e successivamente ad infiammarsi fino a causare la formazione della odiata buccia d’arancia.

    La cellulite può anche essere causata da problemi di circolazione sanguigna e linfatica, che derivano o da fattori congeniti o da cattiva postura e stile di vita sedentario.

    Patologie legate alla ritenzione idrica

    Aldilà del fatto che la nostra società ha identificato questo meccanismo come un “inestetismo estetico”, la ritenzione idrica può provocare diverse patologie come:

    • Acidosi metabolica
    • Artrite
    • Cirrosi epatica
    • Enfisema
    • Insufficienza renale
    • Intolleranze alimentari
    • Ipotiroidismo
    • Linfedema
    • Scompenso cardiaco

    L’elenco potrebbe occupare due pagine ma il succo di questo paragrafo è che dovremmo prenderci cura del nostro corpo 365 giorni l’anno e non solo quando siamo in procinto di iniziare la “prova costume”.

    Metodi per contrastare la ritenzione idrica

    Esiste solo un metodo per prevenire e contrastare la buccia d’arancia: avere uno stile di vita sano a 360°. Nel dettaglio questo significa:

    •  Seguire un alimentazione sana, prediligere alimenti non processati e a basso contenuto di sodio, sarebbe preferibile seguire le indicazioni di un professionista che possa “istruire” ad un buon regime alimentare, evitando scorciatoie e diete drastiche. Se non sai a chi rivolgerti ti suggerisco di seguire Gennaro Scotto Rosato, un mentore in questo campo per molti giovani del settore.
    •  Svolgere quotidianamente attività fisica, ritagliandosi obbligatoriamente quell’ora giornaliera per eliminare le energie negative e costruire un corpo forte nel tempo. In questo caso il mio guru è il coach Koki, l’unica persona che è riuscita a trasmettermi amore e serenità verso il mio corpo, insegnandomi ad amarlo in ogni sfaccettatura, seppur lavorando sodo per preservare salute e forma fisica.
    • Coccolarsi ogni giorno dedicando pochi minuti all’automassaggio domiciliare. Il massaggio costante favorisce il drenaggio dei liquidi, è necessario però che il prodotto sia ricco di principi attivi drenanti e lipolitici.
    •  Trascorrere 10 minuti al giorno con le gambe alzate con il bacino lontano dal muro.

    Morale della favola

    Il rapporto che hai con te stessa è quello che durerà per tutta la vita, amati ogni giorno, prendendoti cura di te stessa e quando vai al mare.. DIVERTITI, non confrontarti con nessuno, sei bellissima con o senza ritenzione!